Ott-ombre

Ott-ombre

 

 

 

 

 

 

Quando si andava

per foglie bacche
noci e castagne

Ci inoltravamo
Nel piccolo bosco
Dietro le nostre case

Eravamo in dodici
I più grandi della scuola

Con un compito importante:
la raccolta dei frutti e dei colori
per il quadro d’ottobre

Quell’autunno doveva essere il più bello…
L’anno dopo saremmo andati alle “medie”!

Raccogliendo in silenzio
Scoprimmo che le foglie non piangono
Quando cadano dagli alberi

Adorano il vento del sottobosco
Arrossendo alle sue carezze

Seduti su scrocchianti cuscini
Mangiavamo pane mele noci
Lasciando che l’ultimo sole creasse
Un magico gioco di ombre
Uno spettacolo tutto per noi
Rappresentazione unica

non si poteva raccogliere…

Restava negli occhi e nel cuore

È ancora con me…
Semplicemente Aurelia

AureliaAlberti

Ott-ombre

Ott-ombre

 

 

 

 

 

 

Quando si andava

per foglie bacche
noci e castagne

Ci inoltravamo
Nel piccolo bosco
Dietro le nostre case

Eravamo in dodici
I più grandi della scuola

Con un compito importante:
la raccolta dei frutti e dei colori
per il quadro d’ottobre

Quell’autunno doveva essere il più bello…
L’anno dopo saremmo andati alle “medie”!

Raccogliendo in silenzio
Scoprimmo che le foglie non piangono
Quando cadano dagli alberi

Adorano il vento del sottobosco
Arrossendo alle sue carezze

Seduti su scrocchianti cuscini
Mangiavamo pane mele noci
Lasciando che l’ultimo sole creasse
Un magico gioco di ombre
Uno spettacolo tutto per noi
Rappresentazione unica

non si poteva raccogliere…

Restava negli occhi e nel cuore

È ancora con me…
Semplicemente Aurelia

AureliaAlberti
×