Avventurina

Â

Sei stata un dono inatteso

di questo incerto Natale

 

Piccola pietra verde.

Colori di speranza

l’ anno che inizia

 

Ti infilo nella tasca

del “golfone” da giardino.

Siamo sole.

Tu e io

nel silenzio che accompagna il mattino

 

Pochi passi

tra le foglie del gelso e del melo

abbracciate

nel sonno di un inverno  “senza” gelo.

 

Decido di parlarti.

Per raccontarti di me.

Di quanto ami

iniziare il giorno

cercando il nuovo

accaduto nella notte

nel piccolo giardino

 

Giriamo l’angolo di casa.

Ti sfilo dalla tasca.

 

Incanto o magia…il cuore sussulta

 

Nella notte …una rosa…

 

 

Il primo fiore di gennaio.

Per te, per me, per noi

Sì…sarà proprio un’avventura.

 

 

Ai giorni, ai  viaggi, ai fiori futuri

Semplicemente Aurelia

AureliaAlberti
×